Piattaforma nazionale degli Stakeholders EnerSHIFT: a Genova si parla del futuro dei contratti EPC

Si è tenuta a Genova in data 23 novembre la “Piattaforma nazionale degli Stakeholder EnerSHIFT”, un’occasione per riunire attorno allo stesso tavolo Enti pubblici come Regione Liguria, Ministeri, Agenzia per la Coesione Territoriale, ENEA, GSE, le associazioni di categoria del settore energetico, edile, bancario ed i rappresentanti di altri progetti europei che si occupano di efficientamento energetico degli edifici pubblico-privati.

Tema principale della giornata di lavoro è stato la futura applicazione dei contratti EPC nel settore dell’ERP e nell’edilizia.

Un‘opportunità di confronto tra committenti pubblici e mercato dell’efficienza energetica per capire, visto che è la prima volta che ci si impegna su un progetto del genere, quali sono state le criticità e quali i punti di forza di un’esperienza di questo tipo.

Infatti, il progetto EnerSHIFT è ormai entrato nella sua fase conclusiva: la prima gara per la concessione dei servizi energetici, quella sul lotto di Genova, è stata aggiudicata ad ottobre e i vincitori stanno predisponendo il progetto definitivo alla base del contratto da sottoscrivere con Arte. Il secondo lotto, quello che riguarda le province di La Spezia, Savona e Imperia, è in corso di valutazione e vedrà la firma del contratto nei primi mesi del 2019, in linea con i tempi concordati con la Commissione Europea.

È questo lo stato dell’arte del progetto, portato avanti da Regione Liguria e finanziato dalla comunità europea nell’ambito del Programma Horizon 2020, che per la prima volta mette a bando un risparmio energetico e non un importo dei lavori.

Nel corso della riunione della Piattaforma degli Stakeholders si è discusso proprio degli aspetti innovativi di EnerSHIFT che, unico sinora in Italia, utilizza i contratti di prestazione energetica per riqualificare gli edifici di Edilizia Residenziale Pubblica.

“Una buona pratica che Regione Liguria ha messo in atto consentendo, da subito, che una parte del risparmio ottenuto sia da subito disponibile per gli utenti, attraverso la riduzione della bolletta energetica” come ha ribadito l’assessore all’edilizia della Regione Liguria, Marco Scajola.

Pertanto, la mattinata di riunione è stata dedicata alla condivisione di quanto emerso dalle gare EPC di EnerSHIFT e, approfittando della presenza dei molti e diversi interlocutori qualificati, agli aggiornamenti su norme e strumenti finanziari utilizzabili nel settore dell’efficienza energetica.

In seguito, si è aperto un costruttivo dibattito su quattro tematiche specifiche:

  • I requisiti di sostenibilità del piano economico-finanziario nei bandi per i contratti EPC;
  • Le dimensioni delle ESCO in rapporto alle caratteristiche e alle peculiarità del mercato nazionale;
  • La forma giuridica dei contratti EPC: opportunità e limiti della normativa vigente;
  • I requisiti minimi nei capitolati tecnici e nei disciplinari di gara.

I principali risultati emersi dai workshop saranno presto disponibili assieme al report della giornata

Info e Contatti


Giuseppe Sorgente

+39.010.548.5043

[email protected]

[email protected]

 

Iscriviti alla newsletter